Tony Sette

Tony arriva da una famiglia di musicisti e cantanti: il papà suonava il clarinetto in una big-band anni ’50 e per oltre cinquant’anni ha diretto la banda musicale del Comune; la sorella partecipo’ ad una edizione del Festival di Castrocaro nei primi anni’60.
Inizia a suonare la chitarra poco più che adolescente prendendo lezioni negli intervalli di tempo concessi durante la stagione estiva dove lavorava come cameriere, più tardi accompagna in chiesa le prime Messe beat.
Durante il servizio militare organizza, assieme ad altri commilitoni, spettacoli di Cabaret ed Arte varia all’interno della stessa caserma, offrendo la possibilità di partecipare al pubblico esterno (cosa mai accaduta prima) ricevendo un encomio ufficiale dallo stesso Generale di corpo d’armata.
Dopo il diploma di maturità si avvicina alla musica folk suonando nelle spiagge della riviera veneta con un complesso della zona.
Si appassiona al suono del sax e del clarinetto che imparerà mettendo a frutto le lezioni di teoria e pratica impartite dal papà.
Suona per un periodo nella banda musicale e con un altro gruppo locale nelle prime feste di piazza.
Nel 1983 decide di intraprendere la strada della professione come musicista e questo percorso lo vedrà co-fondatore e protagonista dei Caramel per oltre 25 anni.
Sarà uno dei più attivi e propositivi componenti di quel gruppo mettendo la propria firma su alcune fra le più belle canzoni in repertorio, unendo musica e solidarietà come denominatore comune e determinando così una fra le più importanti caratteristiche di quel gruppo.
Anche le canzoni folk scritte in quel periodo avevano una loro caratteristica ben definita, molte delle quali ispirate a vecchi canti popolari hanno reso possibile una sorta di nobilitazione di questa antica arte contadina, quindi, testi non banali e una melodia di facile presa sul pubblico.
Sulla sua strada incontra artisti, personaggi televisivi, del mondo dello sport di fama nazionale ed internazionale quali: Marco Dane’, Pippo Franco, Daniele Piombi, Jalisse, Giorgio Mastrota, Elisabetta Viviani, Achille Togliani, Dik-Dik, Maurizio Vandelli, Joe Vescovi, Tito Puente, Gloria Gaynor, Raoul Casadei, Little Tony, Maria Giovanna Elmi, Claudio Lippi, Paolo Limiti, Eros Ramazzotti, Biagio Antonacci, Giuseppe Bergomi, Morgan de Sanctis, Andrea Sottil, Ezio Vendrame, Gianfranco Zigoni, Mita Medici, Riccardo Patrese,Nomadi, New Trols, Jo Squillo, Iva Zanicchi, Gigi Sabani, Riccardo Fogli, Andrea Mingardi, Susanna Messaggio, Maria Laura Ribas, Don Antonio Mazzi, Ian Paice e molti altri.
Dopo tanta strada e tanti successi e riconoscimenti nel 2008 decide di interrompere la professione di musicista e assieme a Cristian Colusso, Luigi Alberto Buggio, Franco Vendrame, Marzia Lucchetta e Paolo Moretto da vita ai Bagliori di Luce con l’ambizioso obiettivo di portare nelle piazze e nei teatri la storia, la vita e le canzoni di Battisti-Mogol.

Tony